Governi e costruttori continuano a premere per realizzare grandi opere inutili, come quella della nuova ferrovia AV sull’asse del Brennero. In mancanza di risorse pubbliche, provano ad utilizzare in prevalenza capitali privati attirandoli con una valanga di facilitazioni, incentivi e vantaggi che non ha precedenti in Italia e che promette di creare nuovo debito pubblico. Provano anche la strada del drenaggio furtivo del risparmio privato. Riportiamo di seguito il lavoro che www.notavbrennero.eu offre anche al nostro sito ed ai nostri lettori: una sintesi e un’analisi dettagliata dei nuovi strumenti tecnico-finanziari che dobbiamo prima conoscere  per poi respingerli al mittente.

Click per leggere il documento

Sponsors