29marzo-Zanotelli-acqua-Rovereto-web

I: Comitato delle associazioni per la Pace e i diritti umani di Rovereto – GaSud – Gas La Sporta – Amtt-notav – Comitato notav Mamme Marco, promuovono per:

Martedì 29 marzo – dalle ore 17,15 – auditorium del Brione Via Silvio Pellico –
incontro pubblico con Alex Zanotelli.

 “”Un futuro senza sorella acqua?”

« Che gli esseri umani distruggano la diversità biologica nella creazione di Dio; che gli esseri umani compromettano l’integrità della terra e contribuiscano al cambiamento climatico, spogliando la terra delle sue foreste naturali o distruggendo le sue zone umide; che gli esseri umani inquinino le acque, il suolo, l’aria: tutti questi sono peccati …. Perché un crimine contro la natura è un crimine contro noi stessi e un peccato contro Dio ». (“Laudato sì” 2015)

<<...l’accesso all’acqua potabile e sicura è un diritto umano essenziale, fondamentale e universale, perché determina la sopravvivenza delle persone, e per questo è condizione per l’esercizio degli altri diritti umani >> .(“Laudato sì” 2015)

In questa serata seguiremo il percorso virtuale dell’acqua partendo dall’ ultima Enciclica di Bergoglio: attraverseremo i gravi pericoli idrogeologici che provocherebbe il TAV Brennero-Verona, sfociando in un mare dove le trivellazioni petrolifere mettono inutilmente in pericolo le nostre coste, la fauna, il turismo, la pesca sostenibile.

Sappiamo purtroppo che il referendum sull’acqua non ha di fatto annullato la possibilità teorica di nuove privatizzazioni, né ha cancellato quelle già esistenti (guardiamo la situazione trentina!).
Così come sappiamo che il tracciato dell’Alta Velocità in Trentino, per quanto si continui a tergiversare con dichiarazioni delle più disparate e diverse tra loro, sarà una battaglia di difesa della terra “metro per metro”.
Altrettanto dicasi per il referendum del prossimo 17 aprile, dove si deciderà se pochi petrolieri senza scrupoli potranno impadronirsi delle nostre risorse, distruggendo il nostro patrimonio comune.

E’ prioritario:
– tenere alta l’attenzione su questioni che volenti o nolenti ci coinvolgeranno in prima persona perchè vitali per noi e ancor più per le generazioni future.
– unire le “persone di buona volontà”, le opinioni e le anime diverse per un agire comune e consapevole in difesa del nostro territorio.

NB: durante la serata continuerà la raccolta di firme che chiede ai presidenti Dorigatti e Rossi l’utilizzo del “tesoretto” dell’A22 per l’immediata messa in atto di interventi per la tutela della salute della popolazione lungo l’asse del Brennero.
Infatti, nel rapporto relativo allo studio sulla salute pubblica (Public Health) redatto dall’Università di Medicina di Innsbruck (e solo recentemente reso pubblico), emerge chiaramente che l’inquinamento acustico ed atmosferico danneggia la salute delle popolazioni che vi abitano.

 

 

Senza categoria

Comments are closed.

Sponsors