nicoletta

Nicoletta Dosio, 70 anni, ex insegnante di liceo e storica leader No Tav, racconta la notifica, (di seguito la sua lettera) avvenuta presso la sua abitazione a Bussoleno, della misura cautelare degli arresti domiciliari emessi dal gip in sostituzione a quella dell’obbligo di dimora. L’aggravamento arriva dopo la sua scelta di non rispettare le precedenti misure restrittive rivendicando il diritto al dissenso e alla liberta’, denunciando la militarizzazione e repressione in atto in Val di Susa. Il 23 giugno scorso – nell’ambito di un’inchiesta sulla manifestazione del 28 giugno 2015 , Nicoletta era stata accusata di resistenza aggravata a pubblico ufficiale e sottoposta alla misura di obbligo di presentazione quotidiana ai carabinieri di Susa, mai ottemperata e il 27 luglio tale misura, su ricorso del pm Antonio Rinaudo (soprannominato dai valsusini “il pm con l’elmetto”), era stata aggravata con quella dell’obbligo di dimora in Bussoleno.

Noi esprimiamo il nostro sostegno e la nostra piena solidarieta’ a Nicoletta che ha sempre messo con tranquillita’ e determinazione la propria persona tra la violenza di coloro che dovrebbero rappresentare lo stato e la propria terra: una battaglia giusta, serena ed alla luce del sole. Vi ricordiamo che sono migliaia le sanzioni ed i provvedimenti restrittivi e giudiziari che la popolazione della Val Susa ha subito in questi ultimi anni e che continua a subire senza che nessuno intervenga a suo favore. Uomini, donne, ragazzi, anziani, schiacciati da una repressione dal pugno di ferro ingiusta e senza precedenti.  Vergogna!!

“”Sono arrivati, all’alba, con la notifica dei domiciliari.

Il latrare di Argo al cancello, la mia casa nel disordine del primo mattino, il tuffo al cuore inevitabile anche quando sei preparata e ti aspetti gli eventi, il senso della tua intimita’ violata.

Domiciliari che non rispettero’, come non ho  Read the rest of this entry »

Senza categoria

Statua Presidio notavInaugurata il 27 agosto 2016, al presidio Acquaviva e Resistente notav, la statua che diviene anch’essa un altro simbolo della nostra lotta contro la devastazione dell’alta velocita’ in Trentino. La statua intitolata “solo i bambini aprono le montagne” – opera e dono dell’artista autoctono Claudio Passamani – e’ stata posta su una base rettangolare del peso di 20 quintali, sulla quale sono state scolpite (con apposito strumento) le tante firme dei partecipanti, ad iniziare proprio dai bimbi, che potranno utilizzarla anche per giocarvi sopra.

L’opera vuol sottolineare cio’ che i bambini vedono nelle montagne: sogni e segreti…animali preistorici…nuvole…favole…tesori…ma i sogni lasciano intatto cio’ che toccano…”apriti sesamo”…e’ l’unico modo per aprire la montagna.

Dal blocco grezzo di marmo emerge scolpito il volto di una donna.

Piu’ in basso dal marmo escono due mani in bronzo: la donna – la “montagna madre” – apre la mano ai bambini, apre ed accoglie tutti coloro che l’hanno vissuta e percorsa per motivi diversi ed ancora la percorrono, la tutelano, la rispettano. Un pugno chiuso sbarra invece la strada a coloro che vogliono devastarla per depredarne le risorse. Ancora oltre, il meraviglioso marmo levigato che mostra (come le nostre montagne) la purezza e la bellezza che questo materiale  puo’ raggiungere, sul quale e’ stato scolpito il titolo  dell’opera.

Firme statua presidfio notav

Ringraziamo Claudio Passamani per questa sua preziosa interpretazione della lotta notav che sempre piu’ donne, uomini, giovani ed anziani stanno portando avanti con fermezza e coerenza ed anche tutti coloro che hanno collaborato personalmente col proprio lavoro e con le proprie risorse.

La redazione

Senza categoria

Logoacquavivaalbero2Dove:   Statale 12 – altezza svincolo per Mattarello – Presidio permanente NOTAV Trentino “Acquaviva e Resistente”

I disastri di oggi hanno radici profonde, la nostra resistenza anche.

“Il Coordinamento trentino notav invita tutti al 4° campeggio NOTAV in Trentino :
camminate, dibattiti, cena e pranzo popolare, concerti e tanta allegria.”

Programma: Read the rest of this entry »

Senza categoria

No Tav su trivella NovalineDi seguito, pubblichiamo il comunicato del movimento notav trentino (03/07/2016):

“”Chi ha paura del movimento No Tav?
Lo scorso autunno a Mattarello i promotori del Tav del Brennero hanno gettato la maschera. Nel silenzio
sull’iter progettuale e nonostante le rassicurazioni di rito sulla volontà di coinvolgere la popolazione,
nella notte del 27 ottobre una trivella viene scortata da un ingente reparto di polizia in località Novaline.
Devono aver pensato che sarebbe bastato mostrare i muscoli per spaventare il movimento No Tav.
Così la trivella, destinata ai carotaggi propedeutici alla realizzazione dell’Alta Velocita’ Ferroviaria, viene
lasciata incustodita per tutta la notte. Il giorno successivo, all’alba, un buon numero di No Tav occupano
il cantiere e constatano l’avvenuto decesso dell’odiosa trivella. All’arrivo degli operai e della polizia i e
le No Tav restano comunque a bloccare i lavori fino a quando non vengono forzatamente portati/e in
questura. Cinque No Tav restano sulla trivella per dodici ore!
Il 7 novembre, dopo che la trivella viene rimessa in funzione, i No Tav ci riprovano.
Con astuzia e senza necessità di usare la forza, riescono a superare i cordoni di polizia e sei persone arrivano ad arrampicarsi sopra la trivella, bloccandone i lavori fino a notte. Una forte solidarieta’ si manifesta sia nel corso della giornata ma soprattutto….

Read the rest of this entry »

Senza categoria

manifesto-concerto 8 luglio 2016Venerdi’ 8 luglio – ore 20,00 – Presidio notav “acquaviva e Residtente” – statale 12 a sud di Mattarello

CONCERTO FOLK dei ” pan de capazo”

iniziativa benefit a sostegno dei notav  denunciati per il blocco della trivella delle Novaline di Mattarello nel novembre 2015.

Come sempre ci saranno cibi e bevande.

Senza categoria

VAL SUSA-06.2016-fiaccolata notavMartedì 28 giugno dalle ore 18,00 a Trento in piazza D’Arogno

presidio notav in solidarieta’ e sostegno all’enesima persecuzione e prova di forza giudiziaria che sta subendo la popolazione della Val Susa.

VEDI QUI: https://www.youtube.com/watch?v=EqQ6MvZ_rxY

Il comunicato dalla Val Susa:

“COMUNICATO STAMPA
La mattina di martedi’ 21 giugno la Procura di Torino ha messo in atto l’ennesima operazione giudiziaria contro il movimento No Tav, infliggendo 23 misure cautelari di vario grado ed entità ad altrettanti attivisti, valligiani e non. Com’è nella natura del movimento No Tav le persone colpite appartengono a generazioni e provenienze differenti, accomunate da un fine comune. Alcuni attivisti hanno deciso di rifiutare o infrangere le misure cautelari comminate, che si tratti di firme quotidiane o di arresti domiciliari, aprendo uno scenario nuovo e rilanciando la lotta sia sul piano giudiziario sia su quello politico. Il movimento No Tav ribadisce il suo pieno appoggio a tutte le persone colpite, sostenendo i percorsi che si aprono e che si apriranno, qualunque essi siano. È un’occasione per ribaltare il modus operandi di una Procura politicizzata esplicitamente contro i No Tav. L’assemblea popolare di martedì sera e la fiaccolata di giovedì 23 giugno dimostrano che il movimento è unito e non lascia isolati i perseguitati, forte della consapevolezza di poter rilanciare una nuova fase di lotta.  Bussoleno, 25 giugno 2016 – Il Movimento No Tav”     marisa notav Val Susa

 

Il comunicato del movimento NOTAV Trentino:

“Quando la misura e’ colma.
Contro la repressione ai danni dei no Tav.

 

La montagna ha partorito un topolino. Ma e’ un topolino che fa male: la foto di Marisa, indomita 71enne pur costretta ad appoggiarsi ad un bastone, che dal 21 giugno deve recarsi alla stazione dei carabinieri per l’obbligo di firma a cui e’ sottoposta, e’ il risultato più grottesco della nuova

Read the rest of this entry »

Senza categoria

Zanotelli 2016 - Trentino dell'anno -Di seguito il video della consegna del premio:

https://www.youtube.com/watch?v=UWpGWrJvraQ&sns=em

Alex Zanotelli, insignito come “Trentino dell’anno” dal gruppo culturale Uct, ha accettato il premio, dedicandolo e consegnandolo immediatamente nelle mani delle rappresentanti dei Comitati per l’acqua e dei Comitati Notav trentini, sostenendo anche tutti coloro che si stanno battendo contro la chiusura del confine del Brennero.

Nella cornice aurea della grande sala del Castello del Buonconsiglio di Trento, Alex Zanotelli non ha fatto sconti a nessuno, a dispetto delle sue maniere sempre cortesi ed aperte, ha parlato con voce dura e le sue parole suonavano come campane da morto verso una politica criminale. Una politica che continua a lucrare e vuole privatizzare un bene essenziale per la vita come l’acqua, non considerando minimamente ciò che la popolazione ha deciso con un referendum; una politica che scava tunnel super-veloci ed inutili per le merci sotto le montagne, mentre in superficie sbarra le frontiere alle persone, impedendo a chi scappa da guerre, fame e disperazione di trovare salvezza, speranza, dignità e vita. Oggi Alex missionario non è in Africa perchè la sua missione lo ha portato a cercare di “convertire” l’occidente, qui,  in Italia.

Lui…e nel nostro infinitamente piccolo anche noi, che non amiamo la “società dello spettacolo”, abbiamo colto l’occasione con la dignità e la fermezza della partigiana Tosca Giordani (anni 94- riconosciuta sempre da Uct per il suo servizio attivo nella resitenza), di ribadire che sempre più persone di buona volontà si stanno unendo per ostacolare questi folli progetti, per un modello di sviluppo diverso ed un futuro possibile per le generazioni a venire.

La redazione

Senza categoria

Lavis 10.06.2016

Al silenzio assordante della Provincia Autonoma di Trento, intercalato solo da ulteriori finanziamenti “fantasma” al mega progetto, qualche riunione “carbonara” e qualche “baratto” sulla PiRuBi (Valdastico)….il movimento notav risponde questo fine settimana con alcuni momenti di approfondimento, convivialità ed escursioni naturalistiche. Iniziative propositive da condividere con tutte e tutti voi.

Lavis 10 giugno – ore 20,30 – Auditorium scuola media Aldo Steiner – Via Carlo Sette 13

“”Spegniamo la TV e torniamo a scuola per un giorno”” : serata informativa sui pericoli dei treni ad alta velocità che attraverseranno le colline avisane.

RELATORI:

Stefano Marchesi-Presidente emerito dell’ordine dei geologi

Stefano Mayr-Educatore ambientale e naturalista

Andrea Fogato-Docente di studi storico-economici e sociali

Federica Mattarei-Coordinamento Trentino No Tav

________________________________________________________________________________

Presidio permanente “Acquaviva Resistente” – 11 giugno – dalle ore 18,00 – Statale 12 – loc. Acquaviva – Mattarello Motorhead-presidio-11.06.2016

“Tributo ai Motorhead”

Concertone dedicato alla band: per tutta la serata si avvicenderanno sul palco  gruppi

che suoneranno i brani del celebre gruppo rock/heavy-metal

 

________________________________________________________________________

CamminataGardolLavis-12.06.2016Domenica 12 giugno – partenza ore 10,30 – Piazza Liberta’ a Gardolo – arrivo Parco Urbano di Lavis

Camminata No Tav sulle colline tra Gardolo e Lavis. Alla partenza ed all’arrivo, colazione e pranzo.

Si consiglia abbigliamento comodo (a “cipolla”) e bottiglia d’acqua.

Anche i piccoli gesti se supportati da forte determinazione contribuiscono al successo di una lotta .

Il ritrovarsi assieme per percorrere la collina tra Gardolo e Lavis ed Opporre il ritmo lento del cammino alla follia distruttiva dell’Alta Velocità, può sembrare una piccola cosa, ma è importante incontrarsi per riannodare i pensieri e le azioni in vista dei prossimi passi di chi ci vuole imporre il TAV. Del resto passeremo presso la “Ca Comuna” dove gli abitanti della collina si riunivano in assemblea per decidere sulla gestione del loro territorio.

Camminata su stradine secondarie di circa 7 km, con circa 250 m di dislivello attivo. Andremo piano: ci vorranno circa 2 ore e mezza, in cui godersi i paesaggi ameni della collina e assaporare il gusto di una scelta di opposizione comune.

 
Senza categoria

OEF 2016per info  https://oltreconomia.info/ 

programma  https://oltreconomia.info/programma-2016/

L’edizione 2016 dell’OltrEconomia festival cercherà di scoprire quali strumenti culturali, intellettuali, economici sono necessari per leggere la cartina d’Europa e del Mondo che sta cambiando sotto i nostri occhi. Con gli attentati, le chiusure delle frontiere, le migrazioni forzate. Ma anche con i trattati di libero commercio, gli accaparramenti delle risorse che obbligano ad una metamorfosi violenta di interi territori. C’è una retorica della paura che vorrebbe nascondere da un’analisi approfondita i fatti di Bruxelles e di Parigi con il fine di farli passare come eventi inaspettati cui è necessario rispondere con l’emergenzialità dei toni e la sospensione della democrazia. Nel frattempo quello che accade nel vicino Medioriente, in Siria, in Turchia, o sui confini dell’Europa fortezza fino alle coste Greche degli sbarchi e delle morti di massa dei profughi, determina uno stato di emergenza perenne che legittima con leggi e accordi transnazionali pesanti violazioni dei diritti umani.via-campesina Nello shock e nella fatica che il nuovo assetto europeo e mondiale crea nel pensare comune, è d’obbligo la ricerca delle cause e delle soluzioni collettive. Le risorse che nelle pratiche del comune, nelle donne protagoniste di pace, nel cambio degli stili di vita, nelle prese di posizioni politiche contro l’ideologia dell’esclusione e del saccheggio dei beni comuni, saranno indagate e insieme elaborate nell’OltrEconomia festival. Che mai quanto prima cercherà di essere spazio d’incontro, di domande e di risposte, in un tempo che l’economia ultraliberista ha voluto di guerra, e che la caparbia costruzione di alternative dal basso vuole di pace, diritti e giustizia.

Senza categoria

seratagardolo 23.05.2016 Il Comitato NO Tav di Trento propone una serata informativa e di confronto sul Tav Brennero-Verona

Lunedi’ 23 maggio ore 20,30 – Gardolo (TN) – sala circoscrizione Via Marco Pola 6

Ricordiamo che la zona di Trento Nord, secondo sia il progetto presentato nel 2009 che secondo le ulteriori varianti proposte, sarebbe una di quelle aree trentine dove i cantieri dell’opera sarebbero piu’ impattanti per il territorio e per la popolazione.

La serata è aperta a tutte e tutti.

Senza categoria

Sponsors